Agenzia per lo sviluppo del territorio imerese

Libero Consorzio Madonie-Cefalù-Termini-Nebrodi

Sulla scia dell’esperienza di successo del PIST Madonie-Termini (che ha attratto sul territorio identificato nei 28 Comuni risorse finanziarie per circa 50 milioni di euro a valere sul PO-FESR 2007-2013) e di ulteriori esperienze di programmazione partecipata e concertata (Distretto Turistico, GAC Golfo di Termini Imerese, GAL Madonie, CST), è partita sin dai primi mesi del 2013 una intensa campagna di sensibilizzazione volta a definire un nuovo assetto istituzionale, alla luce peraltro della Legge Regionale n. 7 del 2013, che abolisce definitivamente le Province Regionali.

In questo quadro, sono state avviate interlocuzioni ed incontri con le altre realtà territoriali (che hanno maturato percorsi di condivisione di strumenti analoghi o che comunque hanno una unica identità territoriale, come la parte dei Comuni dei Nebrodi prossima al confine con la provincia di Palermo) per capire fino in fondo la reale volontà di avviare un percorso volto alla definizione di un nuovo Libero Consorzio formato da 43 Comuni e con circa 183mila abitanti.

L’Assemblea del PIST Madonie-Termini del 26 giugno 2014 ha ribadito, con un atto di indirizzo, la volontà di proseguire nel percorso per la costituzione di un Libero Consorzio di Comuni, istituendo un gruppo di lavoro tecnico-operativo formato da 4 Sindaci, dai 2 Presidenti delle Agenzie e da 2 componenti del Consiglio Direttivo dell’Associazione dei Giovani Amministratori Madoniti.

Il Consiglio Comunale di Termini Imerese, in data 17 luglio 2014, da deliberato la proposta per il distacco dalla Città Metropolitana di Palermo, confermando la volontà di percorrere il sentiero istituzionale verso un nuovo Libero Consorzio.

RISORSE

Materiali vari sulla Riforma della Regione Siciliana


FacebookGoogle+LinkedInBlogger PostGoogle GmailDiggInstapaperOknotizieWordPressCondividi