Agenzia per lo sviluppo del territorio imerese

Appunti del Presidente

La governance del territorio

La governance del territorio, intesa come “capacità di integrare, di dare forma agli interessi locali, alle organizzazione, ai gruppi sociali e, d’altra parte, in termini di capacità di rappresentarli all’esterno, di sviluppare strategie più o meno unificate in relazione con il mercato, lo Stato, le altre città e livelli di governo”, agisce attraverso l’azione collettiva dei soggetti locali, nella direzione della valorizzazione delle caratteristiche specifiche dei territori e delle capacità di auto-organizzazione degli attori interessati.

Una governance territoriale così prefigurata richiede:

  • la capacità di azione del soggetto pubblico;
  • l’affermarsi di procedure contestuali e negoziate per la definizione degli obiettivi;
  • l’orientamento alla strategia;
  • la definizione di processi d’integrazione interna (capacità del territorio di “fare sistema”) e d’integrazione esterna (capacità del territorio di rapportarsi collettivamente nei confronti dell’esterno);
  • l’adattamento delle azioni, delle politiche e dei progetti posti in essere con le specifiche caratteristiche del territorio.

Le istituzioni locali devono in tal senso imporsi come soggetti di rappresentanza e di coordinamento ma, al contempo, dialogare con quei sistemi locali in grado di giocare un ruolo attivo nei processi di sviluppo. Infine, le problematiche di ogni specifico territorio devono essere affrontate, preferendo un atteggiamento di accordo e negoziazione fra le istituzioni locali e i rappresentanti degli stakeholders del territorio.

(pag. 21, “Il modello aziendale Agenzia di Sviluppo Locale”, Giappichelli)

FacebookGoogle+LinkedInBlogger PostGoogle GmailDiggInstapaperOknotizieWordPressCondividi