Agenzia per lo sviluppo del territorio imerese

ItaliaCamp e le migliori idee per il Paese: Termini lunedì dinanzi al Governo

Far emergere idee e progetti di innovazione sociale, utili all’interesse collettivo. Questo l’obiettivo di ItaliaCamp, Associazione nata qualche anno fa con l’obiettivo di far invertire la tendenza, ovvero partire dal Mezzogiorno d’Europa per dare un contributo attivo al futuro del Paese. Lo scopo è quello di generare un modello di sinergie fra persone, istituzioni e imprese, in uno sforzo collettivo utile al rilancio dell’Italia.

Con tale premessa, dopo un bando di concorso cui hanno partecipato ben 7 regioni e più di 700 idee, ben 112 idee sono giunte alla fase finale e presentate agli Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa, tenutisi a Catanzaro il 30 giugno 2012.

Termini di Idee, promossa dall’Ing. Gioacchino di Garbo, Project Manager di Imera Sviluppo 2010 e consulente del Comune di Termini Imerese, ente titolare del progetto, è giunta oltre: si trova infatti fra le venti migliori idee (mediamente 2 per regione più quelle che hanno ricevuto una menzione speciale) che lunedì 1 ottobre, alle ore 17, verranno presentate a Palazzo Chigi dinanzi il Presidente del Consiglio dei Ministri Monti, il ministro per la Coesione Territoriale Barca e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Catricalà.

Partendo dalla crisi economico-sociale che ha investito il territorio imerese, e alla luce della cessazione delle attività lavorative per migliaia di lavoratori termitani e non solo, con Termini di Idee viene proposto un nuovo modello d’intervento per il progressivo reinserimento lavorativo a partire dalle risorse non industriali del territorio: la cultura per il turismo e la responsabilità istituzionale nei confronti del diritto al lavoro dei cittadini. Tale modello, se si rivelasse di successo, potrebbe diventare un riferimento per le Istituzioni che si troveranno a gestire, nel Paese, analoghe emergenze occupazionali.

Nel dettaglio, il progetto prevede, proiettandosi nel medio-lungo periodo (3-5 anni):

  • la riscoperta e il rilancio delle risorse endogene di tipo non industriale (quelle umane per prime);
  • la riqualificazione professionale dei disoccupati nel rispetto delle conoscenze formali, informali e non formali;
  • l’orientamento e l’affiancamento all’avvio di impresa con particolare attenzione alle forme di gestione consorziate;
  • la fruizione del fondo di garanzia di tipo rotativo che l’Amministrazione Comunale ha avviato in sinergia con altri soggetti privati e pubblici.

Il progetto, che non necessariamente si traduce in un finanziamento da parte del Governo nazionale (la somma complessiva si aggira comunque attorno ai 2 milioni di euro), verte sulla sinergia fra strumenti, istituzioni e forme di partenariato sul territorio:

  • sono coinvolti i disoccupati (giovani, over 45, fuoriusciti dalla FIAT);
  • è pienamente integrato lo Sportello Lavoro del Comune di Termini Imerese (fasi di orientamento e bilancio di competenze);
  • è prevista una sessione formativa, in forma “intelligente”, sulla cultura d’impresa (un primo assaggio partirà con i giovani grazie ad una iniziativa di Imera Sviluppo 2010 a partire da gennaio 2013);
  • si promuoveranno da un lato il turismo e la cultura del territorio (attraverso il network di imprese dedicato), dall’altro l’offerta ricettiva con la creazione di micro-imprese familiari per la ricettività;
  • per raggiungere gli obiettivi di cui sopra, verranno promosse forme di sgravio fiscale nell’ambito dei tributi locali.

ItaliaCamp ha già fatto emergere con successo un’idea innovativa: in particolare, la cosiddetta SRL ad 1 euro per gli under 35, altro non è che una delle idee vincenti della passata edizione, fatta propria dal Governo Monti e tradottasi in una precisa norma (leggi articolo nel merito).

Fra le altre idee vincitrici, si annovera quella promossa dal prof. Umberto La Commare, presidente del consorzio universitario ARCA (già partner di Imera Sviluppo 2010) dal titolo “La mobilitazione della creatività imprenditoriale dei giovani siciliani contro il declino: una proposta educativa sulla Sicilia occidentale”.

All’incontro di lunedì, a fianco all’Ing. Di Garbo (nella foto in basso a sinistra), ci saranno il Sindaco di Termini Imerese, Totò Burrafato, e il presidente di Imera Sviluppo 2010, Angelo Cascino.

RISORSE

FacebookGoogle+LinkedInBlogger PostGoogle GmailDiggInstapaperOknotizieWordPressCondividi